AMR: una nuova Joint Action

A giugno la Commissione Europea ha adottato il nuovo “One Health Action Plan againts AMR”, il piano d’azione europeo sull’antimicrobico-resistenza (AMR) che si prefigge di sostenere gli Stati membri attraverso azione concrete e riposte efficaci per fronteggiare l’AMR. Il nuovo piano d’azione ha l’obiettivo dichiarato di fare dell’Europa una regione di “best practice” sul tema dell’AMR e promuovere la ricerca, lo sviluppo e l'innovazione per garantire un efficace trattamento delle infezioni nell'uomo e negli animali.
Intanto, come primo risultato del piano d’azione sull’AMR, sono state pubblicate nella Gazzetta ufficiale dell’Unione Europea(UE) le “Linee guida sull’uso prudente degli antimicrobici in medicina umana” che mirano a ridurre l’uso improprio degli antimicrobici e a promuoverne uno prudente, e integrano le linee guida in materia di prevenzione e controllo delle infezioni che esistono a livello nazionale.
Per rafforzare l’azione globale di contrasto all’AMR da parte dell’UE, il13 settembre è stata lanciata la European Joint Action on Antimicrobial Resistance and HealthCare-Associated Infections (EU-JAMRAI), una nuova joint action attraverso cui fronteggiare l’AMR e le Infezioni Correlate all’Assistenza (ICA). La Joint Action, coordinata dal French National Institute of Health and Medical Research Inserm, vede la partecipazione di oltre 44 partner da tutta Europa. L’Italia partecipa con l’Istituto Superiore di Sanità (ISS) e con l’Università di Foggia.
La JA ha lo scopo di implementare le numerose iniziative nazionali e le best practice che sono state condotte in questi ultimi anni in Europa sul tema dell’AMR. In occasione del kick-off meeting sono stati presentati i diversi work packages che coprono le aree della visione “One health”, dei piani nazionali di contrasto, della prevenzione delle infezioni ospedaliere, dell’uso degli antibiotici e della ricerca. L’ISS, coadiuvato dall’Università di Udine, è responsabile del work package dedicato alla valutazione del progetto.

Il Ccm ha finanziato diversi progetti sull’antimicrobico-resistenza e anche il Programma Ccm 2017, nell’ambito delle Patologie trasmissibili (Aree del Piano Nazionale della Prevenzione 2014-2018), ha inserito la Linea progettuale sulla prevenzione e il controllo dell’antimicrobico-resistenza e delle infezioni correlate all’assistenza ospedaliera. Per maggiori informazioni consultare la sezione I programmi e i progetti del Ccm.

Consulta:
la notizia del nuovo “One Health Action Plan againts AMRˮ sul sito della Commissione Europea
le “Linee guida sull’uso prudente degli antimicrobici in medicina umana” sul sito della Commissione Europea
la notizia dell’EU-JAMRAI sul sito della Commissione Europea
la sezione antimicrobial resistance sul sito della Commissione Europea

Per approfondire: 
l’area tematica antimicrobico-resistenza sul sito del Ministero della Salute
la sezione antibiotico-resistenza sul sito dell’ISS
l’area tematica resistenze agli antibiotici sul sito EpiCentro
la sezione antimicrobial resistance sul sito dell’ECDC
la sezione antimicrobial consumption sul sito dell’ECDC
il sito dell’European Antibiotic Awareness Day 
la sezione antimicrobial resistance sul sito dell’OMS
la sezione antimicrobial resistance sul sito dell’EC
la sezione antimicrobial resistance sul sito dell’EFSA

Articoli correlati sul sito Ccm:
Antimicrobico-resistenza (AMR): country visit dell’ECDC in Italia
Antimicrobico-resistenza (AMR): on line il report annuale ECDC
Antibiotico-resistenza

Ultimo aggiornamento:
25 settembre 2017