Al via la nuova JA-CHRODIS Plus

Dal 18 al 20 settembre 2017 a Vilnius (Lituania) si è svolto il kick off meeting di Chrodis Plus (2017-2020), la nuova azione congiunta europea sulle malattie croniche. “Implementing good practices for chronic diseases“, è il tema chiave di questa nuova azione comune, che rappresenta infatti la continuazione e l’implementazione della precedente Joint Action Chrodis (2013-2016).Chrodis Plus, finanziata dal programma europeo “Health Programme  2014-2020ˮ ha come obiettivo primario quello di supportare i paesi dell’UE nella realizzazione di iniziative individuate nella prima Joint Action CHRODIS (2013-2017) per ridurre il carico delle malattie non trasmissibili, implementando buone pratiche e attività basate su prove d’efficacia per migliorare la qualità della prevenzione e cura delle malattie croniche.  
La nuova Joint Action Include 42 partner provenienti da 18 paesi dell’UE, più Norvegia, Serbia e Islanda. La Spagna è il coordinatore, supportato dal coordinamento scientifico della Lituania.
Nel corso del convegno sono stati presentati i nuovi 8 work packages.
L’Italia partecipa a CHRODIS PLUS con il Ministero della Salute (MoH IT), l'Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Locali (AGENAS) e l'Università Cattolica del Sacro Cuore (UCSC), coordinatore del work package 6 “Pilot Implementation of Integrated Care Model for multimorbidity”, con l’Istituto Superiore di Sanità (ISS), coordinatore del work package 7 “Fostering quality of care for people with chronic diseases” e con l'Azienda Sanitaria Locale TO3 (ASL TO3) e la Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta (FINCB), coordinatore del work package 8 “Employment and Chronic Diseases: Health in all sectors”.

Vytenis Andriukaitis, Commissario Europeo per la Salute e la Sicurezza Alimentare, nel corso dell’incontro ha sottolineato come secondo le recenti cifre dell’OCSE le malattie croniche causino la morte di circa mezzo milione di adulti ogni anno nell’UE e come la gran parte di esse siano prevenibili attraverso la riduzione dei fattori di rischio correlati.
Scopo di Chrodis Plus è passare dal semplice “scambio di buone pratiche” al “trasferimento e miglioramento delle buone pratiche” in tutti gli Stati membri.
CHRODIS PLUS, inoltre, affronterà anche la questione dell’occupazione delle persone affette da malattie croniche.

Per approfondire:
il sito CHRODIS
il discorso del Commissario Europeo per la Salute e la Sicurezza Alimentare sul sito della Commissione Europea
la pagina dedicata a CHRODIS sul sito del Ccm 
la pagina dedicata a CHRODIS sul sito del Ministero della Salute 
la pagina dedicata a CHRODIS sul sito EpiCentro 

Articoli correlati sul sito CCM:
JA-CHRODIS: la conferenza finale
JA-CHRODIS: final conference 
JA-CHRODIS: WP7 - Final Meeting 
JA-CHRODIS a Vilnius: unire le forze 

Ultimo aggiornamento:
25 settembre 2017