Salute dei bambini nei Paesi Ocse

Da un report dell’Unicef pubblicato a giugno 2017 emerge che in 41 Paesi a elevato sviluppo economico dell’Unione europea (UE)e dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) per una larga parte dei bambini e degli adolescenti non vengono raggiunti gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (Sustainable Development Goals). Gli Obiettivi di sviluppo sostenibile contengono una serie di traguardi ambiziosi che si applicano ai paesi ricchi come a quelli poveri. Il segnale più eloquente dei progressi compiuti da una nazione verso il conseguimento di tali obiettivi sta nella misura in cui riesce a soddisfare i bisogni dei propri bambini.
Il report “Building the Future: Children and the SDGs in rich countries”, che utilizza anche alcuni indicatori dello studio Health Behaviour in School-aged Children (HBSC), offre una valutazione del benessere dei bambini nel contesto dello sviluppo sostenibile mette a confronto 41 paesi alla luce di 25 indicatori e sottolinea l’importanza di focalizzare i piani di sviluppo nazionali a lungo termine sulle esigenze della popolazione più giovane.
Numerosi i dati segnalati, tra questi: mediamente 1 bambino su 5 vive in povertà (si passa da 1/10 in Danimarca a 1/3 in Israele e Romania), 1 donna su 16 tra i 18 e i 29 anni riferisce di essere stata abusata sessualmente da un adulto prima dei 15 anni. Inoltre, il suicidio è la principale causa di morte tra i giovani di età compresa tra i 15 ei 19 anni di entrambi i sessi.
Questo rapporto, descrivendo le variazioni lungo dimensioni chiave del benessere infantile collegate agli SDG – dall’eradicazione della povertà alla promozione di società pacifiche e inclusive – suggerisce le aree verso le quali indirizzare le iniziative politiche e gli investimenti pubblici al fine di migliorare i risultati, e individua gli ambiti in cui permangono problemi di inadeguatezza dei dati.

Per approfondire:
il report “Building the Future: Children and the SDGs in rich countries” (PDF 1 Mb)
il sito Unicef – Office of Research-Innocenti
la pagina dei Sustainable Development Goals sul sito delle Nazioni Unite

Ultimo aggiornamento:
11 luglio 2017