Nutrizione e attività fisica: nuovi materiali

Sul sito della Commissione europea sono disponibili on line le presentazioni di due eventi che si sono svolti nel mese di marzo a Bruxelles: il  Plenary meeting  della Piattaforma d’azione europea per l’alimentazione, l’attività fisica e la salute, che si è svolto il 9 marzo scorso e l’ High Level Group sulla nutrizione e l’attività fisica, che si è tenuto l’8 marzo. Durante quest’ultimo incontro è stata presentata la Joint Action Janpa (Joint Action on Nutrition and Physical Activity), a cui partecipa anche l’Italia con il Ministero della Salute e l’Istituto Superiore di Sanità, e sono stati illustrati in particolare gli obiettivi e gli outcomes del Workpackage 4 (WP4 – Cost of Childhood Obesity).

Janpa, la Joint Action (JA) europea sulla nutrizione e l’attività fisica, ha come obiettivo principale fermare, entro il 2020, la crescente diffusione di sovrappeso e obesità tra i bambini e gli adolescenti, mettendo a fuoco specifici risultati che possano contribuire in modo efficace alle politiche nutrizionali e relative all’attività fisica dedicate all’infanzia. Attraverso lo scambio, l’identificazione e la selezione di dati e best practice tra i 26 Paesi coinvolti, JANPA (che fornisce un contributo diretto al Piano d’Azione europeo 2014-2020 sull’obesità infantile) sarà in grado di:

  • stimare e prevedere i costi economici legati al sovrappeso e all’obesità
  • implementare interventi integrati dedicati alla promozione di una sana alimentazione e dell’attività fisica tra le donne incinte e le famiglie con bambini piccoli.
  • contribuire alla costruzione di ambienti scolastici più salutari
  • aumentare l’uso delle informazioni nutrizionali degli alimenti da parte di autorità sanitarie, stakeholder e famiglie.

Per raggiungere questi obiettivi la JA-JANPA è organizzata in 7 workpackages (WP), tra i quali il WP4, (Stimare i costi dell’obesità infantile), è finalizzato allo sviluppo di un razionale economico basato sull’evidenza per le azioni sull’obesità infantile.

Recentemente inoltre l’Ufficio europeo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS Europa) ha invitato gli Stati membri a introdurre ampie restrizioni alla commercializzazione di prodotti alimentari ricchi di grassi, sale e zuccheri per i bambini attraverso tutti i mezzi di comunicazione adottando una serie di programmi completi per promuovere l'assunzione di alimenti sani e ridurre l'assunzione di alimenti e bevande analcoliche ad alto contenuto di grassi saturi, sale e / o zuccheri liberi (alimenti HFSS). A fine l’OMS Europa propone un nuovo strumento per contribuire a garantire il raggiungimento degli obiettivi nazionali in questo campo: “Monitoring food and beverage marketing to children via television and the Internet – A proposed tool for the WHO European Region”.

Il Ccm ha finanziato diversi progetti sulla prevenzione dell’obesità infantile, in particolare nel 2007 nell’ambito del progetto “Sistema di indagini sui rischi comportamentali in età 6-17 anni”, ha promosso e finanziato Okkio alla Salute, un sistema di sorveglianza sul sovrappeso e l’obesità nei bambini delle scuole primarie (6-10 anni) e i fattori di rischio correlati. Il 4 maggio prossimo, a Roma, si svolgerà il Convegno nazionale per i 10 anni di OKkio alla Salute. Inoltre il Ccm anche attraverso il programma Guadagnare salute ha supportato e finanziato diversi progetti sulla promozione dell’attività fisica e di comportamenti alimentari salutari. Per maggiori informazioni consultare la sezione I programmi e i progetti del Ccm.

Per approfondire:
il Plenary meeting of the European Platform for Action on Diet, Physical Activity and Health
l’ High Level Group on nutrition and physical activity
il tool “Monitoring food and beverage marketing to children via television and the Internet
il sito di  Janpa
la pagina dedicata a JAMPA sul sito Ccm
la pagina dedicata a Guadagnare salute sul sito Ccm
il sito Guadagnare salute
il sito Okkio alla Salute su EpiCentro

Articoli correlati:
Stop all’obesità infantile
Convegno nazionale per i 10 anni di OKkio alla Salute

Ultimo aggiornamento:
27 aprile 2017