In bella vista - In gazzetta ufficiale il PNPV 2017-2019

Il Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale 2017-2019 (PNPV) è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 18 febbraio 2017.

La nuova offerta vaccinale contenuta nel Piano si configura come un valido strumento per ridurre le disuguaglianze nel Paese e migliorare lo stato di salute della popolazione. Un Piano nazionale che contenga un Calendario nazionale di riferimento fortemente condiviso sul piano tecnico e politico con le Regioni e Province Autonome ha l’obiettivo di garantire a tutti i cittadini i pieni benefici derivanti dalla vaccinazione, attraverso l’equità nell’accesso a vaccini di elevata qualità e disponibili nel tempo.
Si riafferma, infatti, che l’eliminazione e la riduzione del carico delle malattie infettive prevenibili da vaccino rappresentano una priorità per il Paese, da realizzare attraverso strategie efficaci e omogenee sul territorio nazionale.

Il PNPV 2017-2019 è stato realizzato in stretta collaborazione con tutte le istituzioni coinvolte nelle strategie vaccinali, ovvero l’Istituto Superiore di Sanità (ISS), l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) e le Regioni, e con il supporto delle società scientifiche maggiormente attive nel campo delle vaccinazioni, la Società Italiana di Igiene (SItI), la Federazione Italiana Medici di Medicina Generale (FIMMG), la Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP) e la Società Italiana di Pediatria (SIP).

Il PNPV è  stato approvato in Conferenza Stato-Regioni il 19 gennaio 2017.

Nel Piano sono elencati 11 obiettivi specifici:

  1. Mantenere lo stato polio-free.
  2. Raggiungere lo stato morbillo-free e rosolia-free.
  3. Garantire l‟offerta attiva e gratuita delle vaccinazioni nelle fasce d‟età e popolazioni a rischio.
  4. Aumentare l‟adesione consapevole alle vaccinazioni nella popolazione generale, anche attraverso la conduzione di campagne di vaccinazione.
  5. Contrastare le disuguaglianze, promuovendo interventi vaccinali nei gruppi di popolazioni marginalizzati o particolarmente vulnerabili.
  6. Completare l’informatizzazione delle anagrafi vaccinali.
  7. Migliorare la sorveglianza delle malattie prevenibili con vaccinazione.
  8. Promuovere, nella popolazione generale e nei professionisti sanitari, una cultura delle vaccinazioni.
  9. Sostenere, a tutti i livelli, il senso di responsabilità degli operatori sanitari, dipendenti e convenzionati con il SSN, e la piena adesione alle finalità di tutela della salute collettiva, che si realizzano attraverso i programmi vaccinali, prevedendo adeguati interventi sanzionatori qualora sia identificato un comportamento di inadempienza.
  10. Attivare un percorso di revisione e standardizzazione dei criteri per l‟individuazione del nesso di causalità ai fini del riconoscimento dell’indennizzo, ai sensi della legge 210/1992, per i danneggiati da vaccinazione, coinvolgendo le altre istituzioni competenti (Ministero della Difesa).
  11. Favorire, attraverso una collaborazione tra le Istituzioni Nazionali e le Società Scientifiche, la ricerca e l’informazione scientifica indipendente sui vaccini.

E 5 priorità:

  1. Mantenere lo stato Polio-free.
  2. Perseguire gli obiettivi del Piano Nazionale di Eliminazione del Morbillo e della Rosolia congenita (PNEMoRc) e rafforzare le azioni per l'eliminazione.
  3. Garantire l’offerta attiva e gratuita delle vaccinazioni, l’accesso ai servizi e la disponibilità dei vaccini.
  4. Prevedere azioni per i gruppi di popolazione difficilmente raggiungibili e con bassa copertura vaccinale (HtRGroups).
  5. Elaborare un Piano di comunicazione istituzionale sulle vaccinazioni.

Per quanto riguarda il calendario vaccinale, il nuovo Piano, oltre alle vecchie vaccinazioni (contro difterite, tetano, polio, epatite B, Hib, pertosse, pneumococco, morbillo, parotite, rosolia, meningococco C nei nuovi nati, HPV nelle ragazze undicenni e influenza nei soggetti di età ≥65 anni), introduce le vaccinazioni anti-meningococco B, anti-rotavirus e antivaricella nei nuovi nati; estende la vaccinazione anti-HPV ai maschi undicenni; introduce la vaccinazione antimeningococcica tetravalente ACWY135 e il richiamo anti-polio con IPV negli adolescenti; e prevede le vaccinazioni anti-pneumococco e anti-Zoster nei sessantacinquenni.

Tutti i vaccini contenuti nel nuovo Calendario del PNPV sono stati inseriti nel DPCM di definizione dei nuovi LEA.

Il PNPV 2017-2019, inoltre, definendo le vaccinazioni come “un intervento collettivo“ ne sottolinea  il valore etico e sociale e ribadisce, dunque quanto sia importante promuovere lo sviluppo di una vera e propria “cultura vaccinale”, atta a sviluppare nel cittadino una maggiore consapevolezza circa le potenzialità delle vaccinazioni e a contrastare, invece, il diffondersi di fuorvianti falsità e pericolosi pregiudizi. Al fine di aumentare e consolidare sempre più le coperture vaccinali, è necessario intraprendere azioni di educazione sanitaria, responsabilizzazione ed empowerment dei cittadini, già a partire dalla scuola. E contestualmente organizzare campagne d‟informazione e aggiornamento per gli operatori sanitari.

All’interno del documento sono anche descritti i Principi Guida che hanno ispirato il Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale e che possono considerarsi i “10 punti per il futuro delle vaccinazioni in Italiaˮ: Sicurezza, Efficacia, Efficienza, Organizzazione, Etica, Formazione, Informazione, Investimento, Valutazione, Futuro.

È inoltre importante sottolineare come il Piano Nazionale della Prevenzione 2014-2018 rappresenti la cornice al cui interno si dispiegano anche le strategie vaccinali da attuare in maniera uniforme nel Paese, per raggiungere gli obiettivi, condivisi ed irrinunciabili, declinati nel nuovo PNPV e come molti dei progetti in corso del Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle malattie (Ccm) riguardino la sorveglianza, il controllo e la prevenzione delle malattie infettive prevenibili mediante vaccinazione. Per maggiori informazioni consultare la sezione I programmi e i progetti del Ccm.

Per approfondire: 
la notizia sul sito del Ministero della Salute
l’area tematica malattie infettive e vaccinazioni sul sito del Ministero della Salute
l’area tematica vaccinazioni sul sito EpiCentro

Articoli correlati sul sito del Ccm: 
In bella vista - PNPV 2017-2019, tutte le novità
Coperture vaccinali pediatriche, i dati 2015 
Vaccinazioni: close the gap 
Copertura vaccinale a rischio

Ultimo aggiornamento:
24 febbraio 2017