Immunizzazione negli adolescenti e negli adulti

Le sei regioni dell’OMS hanno come obiettivo l’eliminazione del morbillo e tre anche l’eliminazione della rosolia. Tre regioni in particolare (Americhe, Europa e Pacifico Occidentale) hanno Commissioni di Verifica Regionali pienamente funzionanti. L'introduzione e la diffusione del vaccino per il morbillo e la rosolia hanno portato a una significativa riduzione della trasmissione di queste due malattie tra i bambini piccoli, ma i livelli di copertura vaccinale più bassi nei bambini più grandi e la mancanza di esposizione all’infezione naturale hanno portato a un numero crescente di adolescenti e adulti sensibili all’infezione. L'esperienza delle Commissioni di Verifica Regionali e delle attività regionali suggeriscono che il raggiungimento della completa eradicazione del morbillo e della rosolia può essere difficile senza strategie per colmare il divario nell’immunizzazione dei bambini più grandi, degli adolescenti e delle popolazioni adulte giovani. È questa una sfida importante, comune ad alcuni paesi delle sei regioni dell'OMS.

Il simposio Joint Symposium on Closing Immunity Gaps in Older Children and Adults , che si è tenuto a Siena il 10-11 maggio 2016 ed è stato organizzato da diversi enti e associazioni internazionali e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, è stato il primo incontro mondiale sul tema del cambiamento recente nella distribuzione per età dei casi di morbillo e rosolia. In particolare, l’incontro internazionale ha affrontato il problema crescente del divario nell’immunizzazione degli adolescenti e dei giovani adulti.

Gli obiettivi dell'incontro erano:

  • Fare una revisione dei dati e delle evidenze scientifiche riguardanti la necessità di colmare il divario nell’immunizzazione degli adolescenti e dei giovani adulti per l'eradicazione del morbillo e la rosolia.
  • Identificare le sfide e le buone pratiche per la realizzazione di una copertura vaccinale alta tra i bambini più grandi e i giovani adulti.
  • Descrivere le strategie e le misure per colmare il divario nell’immunizzazione di fasce della popolazione più difficilmente raggiungibili dalla copertura vaccinale.
  • Ottenere dati di alta qualità sulla copertura vaccinale in tutti i gruppi di età, identificare aree/gruppi a rischio e intraprendere azioni efficaci quando vengono identificati divari nell’immunizzazione.

L’incontro ha prodotto un documento conclusivo che descrive la situazione attuale circa l’eliminazione del morbillo e della rosolia a livello globale e regionale, l'esperienza e le strategie delle singole regioni dell’OMS per colmare il divario nell’immunizzazione dei bambini più grandi e dei giovani adulti, i metodi di rilevazione delle differenti coperture vaccinali nella popolazione, le azioni dei professionisti della salute in collaborazione con la società civile tese a intensificare gli sforzi per vaccinare i bambini più grandi e gli adolescenti, l’esigenza di creare una risoluzione dell'Assemblea Mondiale della Sanità (WHA) che possa coordinare pienamente uno sforzo globale per l’eradicazione del morbillo, della rosolia e della sindrome da rosolia congenita.

Materiali utili
Report finale

Articoli correlati:
Vaccinazioni: close the gap
Morbillo e rosolia congenita

Ultimo aggiornamento:
14 settembre 2016