Influenza: aggiornamento

Sull’andamento della sindrome influenzale1 per la stagione 2015-2016, l'ultimo Rapporto epidemiologico InfluNet del 30 marzo scorso2 fornisce i dati italiani più aggiornati (dodicesima settimana di marzo), evidenziando che:

  • la curva epidemica delle sindromi influenzali, continua la sua discesa, raggiungendo un livello di incidenza pari a 3,92 casi per mille assistiti. In questa settimana il calo del numero di casi è stato osservato soprattutto nelle classi di età pediatriche,
  • Il numero di casi stimati in questa settimana è pari a circa 238.000, per un totale, dall’inizio della sorveglianza, di circa 4.303.000 casi,
  • In Lombardia, P.A. di Bolzano, Molise e Sicilia l’incidenza è tornata a livelli di base.

L'identikit del virus

Durante la settimana 12/2016 sono stati raccolti 315 campioni clinici dai diversi laboratori afferenti alla rete Influnet, di cui 100 (32%) sono risultati positivi al virus influenzale (38 di tipo A e 62 di tipo B). Nell’ambito del tipo A, 20 virus sono risultati di sottotipo H3N2, e 11 di sottotipo H1N1pdm09; i restanti 7 virus A segnalati non sono stati ancora sottotipizzati. Tra i ceppi B, 8 sono stati caratterizzati come appartenenti al lineaggio B/Victoria.3

I numeri della vaccinazione

La vaccinazione antinfluenzale, per la nostra situazione climatica e per l'andamento temporale mostrato dalle epidemie influenzali in Italia, viene offerta nella stagione autunnale, da metà ottobre a fine dicembre, "fatte salve specifiche indicazioni, che saranno fornite se particolari eventi legati ai vaccini e/o l'andamento epidemiologico stagionale dell'influenza lo richiederanno" come si evidenzia quest'anno nella Circolare del Ministero.

Bibliografia

1. Influenza. Ministero della Salute.

2. Rapporto Epidemiologico InfluNet. Stagione Influenzale 2015-2016 (settimana 2016 - 12 dal 21 al 27 marzo 2016) (PDF: 625 Kb)

3. Sorveglianza virologica dell'influenza InfluNet. Rapporto N. 20 del 30 marzo 2016 (PDF: 1,3 Mb)

Ultimo aggiornamento:
6 aprile 2016