CCM: il programma di attività 2014

Approvato il programma annuale di attività per il 2014 (PDF, 182 KB) del Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie.

Anche per quest’anno è stata confermata la suddivisione in due ambiti operativi: area Progettuale ed azioni Centrali.

Nell’ambito dell’area progettuale sono state individuate sette linee di intervento che rappresentano una priorità di governo e che sono coerenti con le disposizioni del Piano Nazionale della Prevenzione e rilevanti per la sanità pubblica (anche in termini di numerosità e proporzione di popolazione potenzialmente beneficiaria).

Della disponibilità economica per il 2014 pari ad € 12.371.052, salvo accantonamenti, il 55% è stato ripartito a favore delle linee progettuali  e il restante 45% sulle cosiddette Azioni Centrali.

Sintesi delle procedure

Il programma CCM 2014 è stato trasmesso ufficialmente agli Enti partner il 20 novembre 2014.

In merito alle procedure di attuazione si segnala che gli Enti partner (Regioni e Province Autonome, ISS, INAIL, INMP e AGENAS) sono chiamati a presentare le proposte direttamente sotto forma di progetti esecutivi, redatti secondo lo standard CCM 2014 (PDF, 450 KB).

Ciascun Ente partner raccoglie, vaglia e trasmette al Direttore operativo del CCM un massimo di tre proposte di progetto, nell’ambito delle sette linee di intervento identificate in tabella 1 del programma CCM 2014, senza alcuna limitazione alla scelta della/e linea/e progettuale.

Le proposte, devono inoltre prevedere:

  • il coinvolgimento di almeno tre Regioni, appartenenti alle tre differenti aree geografiche Nord, Centro Sud, così da assicurare una rappresentatività del territorio nazionale, in funzione della trasferibilità dei risultati;
  • un finanziamento ricompreso tra 350.000 e 500.000 euro.

Si specifica che i progetti esecutivi possono vedere il coinvolgimento, oltre che delle strutture del SSN e delle Regioni medesime, della Sanità militare, dell’Istituto superiore di sanità (ISS), dell’Istituto Nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (INAIL), dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (AGENAS), dell’Istituto nazionale per la promozione della salute delle popolazioni migranti e per il contrasto delle malattie della povertà (IMPP) e degli Istituti zooprofilattici sperimentali (IZZSS), anche di Università ed Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico a carattere pubblico e di ogni altro Ente pubblico, pertinente alla progettualità prescelta.

Tempistica

Successivamente, come previsto dal programma, il Comitato Scientifico provvederà alla disamina dei progetti esecutivi, in base alla quale verranno identificate le proposte finanziabili.

Ultimo aggiornamento:
20 novembre 2014