Il Comitato strategico

Con l’articolo 2, comma 4, della legge 4 novembre 2010, n. 183 è stato previsto il riordino degli organi collegiali del Ministero della salute, nel rispetto dei seguenti criteri: 

  1. eliminazione delle duplicazioni organizzative e funzionali;
  2. razionalizzazione delle competenze delle strutture che svolgono funzioni omogenee;
  3. limitazione del numero delle strutture, anche mediante la loro eventuale unificazione, a quelle strettamente indispensabili all’adempimento delle funzioni riguardanti la tutela della salute;
  4. diminuzione del numero dei componenti degli organismi. 

Con Il decreto del Presidente della Repubblica 28 marzo 2013 n. 44, recante appunto il riordino degli organismi collegiali del Ministero della salute è stato confermato, all’art. 9, il Centro nazionale per la prevenzione ed il controllo delle malattie per la durata di tre anni.

Detto decreto ha altresì confermato che i componenti del Comitato strategico e del Comitato scientifico permanente sono nominati con decreto del Ministro della salute e restano in carica fino alla scadenza del termine di durata del CCM, salvo revoca, e possono essere riconfermati.

Il Comitato strategico è presieduto dal Ministro della salute ed è composto da:

  1. il coordinatore degli assessori regionali alla sanità con funzioni di vicepresidente;
  2. due assessori regionali alla sanità, nominati dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni;
  3. i Capi Dipartimento del Ministero della salute, ora Segretariato generale;
  4. un rappresentante del Dipartimento della protezione civile;
  5. il Direttore operativo del CCM;
  6. un rappresentante del Ministero degli affari esteri;
  7. il Presidente dell'Istituto superiore di Sanità;
  8. il Presidente del Consiglio superiore di Sanità.

Il citato DPR individua altresì le funzioni, ovvero:

  1. definisce le priorità di intervento;
  2. adotta il programma annuale di attività del CCM, unitamente al piano finanziario, da sottoporre all'approvazione del Ministro della salute;
  3. approva la relazione sull'attività svolta dal CCM nell'anno precedente;
  4. definisce le linee generali sulla diffusione delle informazioni e sull'attività di aggiornamento e di formazione.

Il Ministro della salute può, altresì, chiamare a partecipare alle riunioni del Comitato strategico i direttori generali di volta in volta competenti per la materia trattata e può invitare degli esperti a partecipare allo svolgimento dei lavori, per ciascun argomento all'ordine del giorno.

Con DM del 17 gennaio 2018 (PDF: 1,73 Kb), è stato ricostituito il Comitato strategico e la composizione a novembre 2014:

  • Dott. Antonio Saitta, Coordinatore degli assessori regionali alla sanità, con funzioni di vicepresidente;
  • Dott. Luca Coletto, Assessore alla sanità della Regione Veneto designato dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province autonome;
  • Dott.ssa Stefania Saccardi, Assessore alla sanità della Toscana, designato dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province autonome;
  • Dott. Giuseppe Ruocco, Segretario generale del Ministero della salute;
  • Dott. Marco Leonardi, designato dal Capo del Dipartimento della protezione civile;
  • Direttore generale della prevenzione sanitaria del Ministero della salute, quale direttore operativo del CCM;
  • Cons. Roberta di Lecce, designata dal Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale;
  • Presidente dell’Istituto superiore di sanità;
  • Presidente del Consiglio superiore di sanità.
Ultimo aggiornamento:
17 gennaio 2018